Leggenda: L’uomo selvaggio di Monticolo

C’era una volta una dubbiosa casetta nel bosco di Monticolo, la quale già allora veniva evitata dalla gente.

E ancora oggi ad alcuni influisce paura attraversare sto posto nel pieno della notte. La leggenda racconta, che proprio in quella casetta abitava un selvaggio. Una persona di grande statura, forte e cattiva, conosciuta da tutti come “l’uomo selvaggio di Monticolo”.

Un volta accadde che una donna anziana di sera si recò nel bosco per raccogliere rami secchi. Senza che lei se ne accorgesse il sole tramontava, e la notte si diffondeva ancora prima che poteva prendere la via di ritorno. Quella sera non ritornava a casa, ma nessuno aveva il coraggio di andare nel bosco a cercare la vecchia donna. Quando la mattina del giorno dopo la gente si mise a cercare l’anziana, ritrovarono soltanto degli avanzi vicino alla dubbiosa casetta sul colle “Windmannsbühel”: l’uomo selvaggio la aveva divorata!

Un giorno poi l’uomo selvaggio si recò a Colterenzio per acquistare da un contadino alcuni bue, con i quali voleva trasportare delle pietre. Diffidoso, il contadino gli era seguito e vedeva come l’uomo maltrattava gli animali appena comprati. Ma il contadino, troppo pauroso di avvicinarsi troppo, se ne ritornò a casa senza far niente. Il giorno dopo trovò i bue nuovamente nella loro stalla a casa: ingrassati e molto più forti di prima. Non credeva ai suoi occhi, perché aveva visto come erano stati trattati il giorno prima.

Un’altra volta alcune persone si recarono nel bosco per raccogliere fogliame. Passarono anche alla casetta dell’uomo selvaggio, dal quale già da tempo non si aveva più sentito niente, ed erano troppo curiosi per non darci un’occhiata. La porta era aperta, così entrarono e videro una grandissima cava. Scesero e non appena erano dentro la fossa, tutto incominciò a girarsi a tal punto, che a tutti vennero le vertigini. All’improvviso i lati della fossa si trasformarono in oro e tutto attorno a loro brillava. La gente era spaventata a morte e cercava di uscire dalla cava il più veloce possibile. Però poi da fuori volevano nuovamente ammirare l’oro, ma all’improvviso tutto si era trasformato di nuovo come era prima: ciò che vedevano era soltanto la fossa vuota.

suggerimenti ed ulteriori informazioni