Sehenswuerdigkeiten -> Kloster Saeben Klausen 2011

Monastero di Sabiona

La collina sulla quale si trova il monastero di Sabiona, già all’età della pietra era insediata e rappresenta inoltre uno dei più antichi luoghi di pellegrinaggio del Tirolo.

Il monastero di Sabiona troneggia quasi come un castello su un’alta rupe, la cosiddetta “Acropoli“ del Tirolo, che sorveglia la cittadina di Chiusa. Dal 1687 il monastero è un monastero delle benedettine e venne abitato per la prima volta da monache provenienti da Nonnberg nei pressi di Salisburgo. Nel 1699 il monastero di Sabiona divenne sede dell’Abbazia di suore benedettine e Maria Agnes Zeillerin la prima Badessa. Ancora oggi vivono suore nel monastero.

La zona su questa rupe era già insediata all’età della pietra ed sul luogo dove oggi si trova il monastero si trovava un insediamento tardo-romanico. Reperti archeologici testimoniano che da in tempi passati da qui si sparse la fede cristiana in tutto l’Alto Adige.

Ed anche quattro cappelle si trovano su questa rupe: la Chiesa delle Vergini, la Cappella delle Grazie, la Torre di S. Cassiano e la Chiesa S. Croce. L’ultima nominata, per 400 anni rappresentava la sede vescovile del “Bistums Sabiona”, che ca. nel 1000 d.C. è stata spostata a Bressanone.

> Un nostro consiglio: Partendo dalla cittadina di Chiusa una passeggiata porta direttamente al monastero, impiegando ca. 45 minuti, per il cammino per la Via Crucis invece ca. 30 minuti.

Ulteriori informazioni su: Monastero di Sabiona

Logo suedtirolerland.it
de |  it |  en