MTB Tour Passo di Fundres

Il Passo di Fundres (2.568 m), il valico tra la Valle di Vizze e la Valle di Fundres, è una meta ciclistica riservata a specialisti.

Il Passo di Fundres, valico tra Vipiteno e Fundres è la nostra meta di oggi. In treno andiamo a Vipiteno (930 m), dove saliamo in sella alla bici e pedaliamo verso la Valle di Vizze, fino ad arrivare alla località Fossa di Tures a 1.380 m slm. Fino a questo punto abbiamo percorso 13,5 km in leggera salita lungo la strada asfaltata. Evitate la galeria. A Fossa di Tures svoltiamo a destra, attraversando un ponticallo e lasciando alle spalle il piccolo borgo. Proseguiamo in direzione Malga di Monte Grande e Passo di Fundres, che in prossimità del ponticello sono già segnalati. La strada forestale da percorrere è una vera sfida ed è spietatamente ripica e non ci lascia scampo per più di 5 km, fino a raggiungere la Malga di Monte Grande a 1.900 m.

Presso le malghe il sentiero si appaina, anche se solo leggermente, e pian piano lasciamo alle spalle l’area boschiva. A questo punto il panorama merita di essere ammirato, dalla parte opposta della Valle di Vizze si vedono anche le serpentine che portano al Col della Chiave, un’altro percorso frequentato da ciclisti piùttosto esperti. La nostra meta è ancora fuori tiro, anche se pian piano è visibile. Dopo aver attraversato un ruscello di montagna il sentiero, fino a questo punto sempre pedalabile, diventa piùttosto malagevole e ci conduce ad una salita finale molto impegnativa a serpentina, che deve essere superata a piedi. A 2.568 m ce l’abbiamo fatta e il panorama compensa le fatiche affrontate in salita. Cima Felbe, Punta Bianca, Cima Grava e altri giganti montuosi ci circondano e la neve copre il Passo di Fundres, anche ora in estate. Dopo una pausa di ristoro ci prepariamo per la discesa che già a prima vista si mostra promettente.

La discesa dal Passo di Fundres è famosa e conosciuta ed è considerata una delle più belle nell’arco alpino. Per chi non è abituato può però anche essere a rotta di collo. Tranne qualche metro di dislivello il sentiero è percorribile in bici, anche da ciclisti di medio livello. Dopo un’altra pausa presso il Rifugio Malga di Monte Largo il sentiero si allarga e si percorre una strada forestale fino ad arrivare a Dun/Fundres (attenzione, escursionisti!). Lungo la statale, sempre in discesa, arriviamo a Vandoies che si trova all’imbocco della Val di Fundres. Da quì è possibile ritornare al punto di partenza in treno, oppura sulla pista ciclabile, per chi ha ancora la forza.

Consigli: Escursione estrema in saltia e discesa, ideale però per chi ama il singletrail. Panorama senza paragoni, il valico è considerato uno dei più belli nell’arco alpino. Tra l’altro è tappa degli attraversamenti delle Alpi in MTB. Controllate le condizioni metereologiche, in queste altitudini spesso nevica anche d’estate.

Autore: BS

Se volete intraprendere quest’escursione Vi consigliamo di informarvi sulle condizioni attuali prima prima di partire.

Punto di partenza: Vipiteno (oppure qualsiasi località tra Vandoies e Vipiteno)
Sentiero: Vipiteno - Valle di Vizze - Fossa Tures - Passo di Fundres - Fundres - Vandoies
Segnavia: n° 17A, dalla Malga di Monte Largo n° 19
Tempo di percorrenza: salita ore 3 ½ - 4, discesa ore 2 - 2 ½
Percorso: 45 km (9 km in ripida salita)
Dislivello: 1.640 m
Escursione intrapresa: settembre 2009
Ulteriori informazioni: Associazione turistica Vandoies - Val di Fundres, Tel.: +39 0472 869100, info@gitschberg-jochtal.com

Alloggi consigliati

  1. Naturhotel Rainer
    Hotel

    Naturhotel Rainer

  2. Hotel Tratterhof
    Hotel

    Hotel Tratterhof

  3. Hotel Terentnerhof
    Hotel

    Hotel Terentnerhof

  4. Hotel Gassenhof
    Hotel

    Hotel Gassenhof

suggerimenti ed ulteriori informazioni