Escursione alpina da Plan al Rifugio Petrarca

L’escursione vi porta nel magico mondo alpino della Val Passiria, passando per rifugi, malghe e laghi.

Ci fermiamo sul parcheggio poco prima del paese di Plan in Val Passiria e già qui l’aria fresca di montagna ci accoglie, dato che Plan si trova a 1.622 m s.l.m.. Attraversiamo come piccolo gruppo il paese e presso l’albergo Alpenrose svoltiamo a destra da dove inizia la nostra escursione. Solo pochi metri dopo passiamo la prima baita dell’associazione AVS, dopodichè inizia il vero sentiero escursionistico. Dopo ca. mezz’ora di cammino passiamo per il Rifugio Lazinser e dopo un’ulteriore mezz’ora raggiungiamo la malga Lazins a 1.882, situata nel cuore del parco naturale Gruppo di Tessa.

Passati per la malga Lazins il sentiero ci porta sempre più in alto sulla montagna, gran parte anche per tratti molto ripidi. Lungo il sentiero possiamo vedere laghi alpini, malghe e piante alpine. Inoltre, il panorama stupendo che ci accompagna ci invita a fermarci per alcune volte ad ammirare la valle sotto di noi. Incontriamo un forestiere, il quale richiama la nostra attenzione su una marmotta e su una pianta cannibale. Passiamo infine per alcuni tratti ricoperti ancora di neve, nonostante sia estate, e raggiungiamo dopo ca. 4 ore di cammino ed un dislivello di oltre 1.250 metri il Rifugio Petrarca. Su ben 2.875 m s.l.m., poco sotto il valico del Passo Gelato, l’aria si fa sottile, ma il panorama sul mondo alpino e le cime delle montagne che ci circondano ci ricompensano per tutte le fatiche fatte per raggiungere questo posto.

Il Rifugio Petrarca (ted. Stettiner Hütte) venne costruito tra il 1805 e 1897 e tra il 1900 e 1913 infine ampliato. Purtroppo nel 1931 una valanga distrusse gran parte del rifugio. Dopodichè divenne parte della sezione CAI di Merano. Nel 2014 venne nuovamente distrutta da una valanga, ma è stata ristrutturata negli anni successivi ed è aperta adesso nei mesi estivi.

Dopo un rinfresco e dopo aver ripreso forze delle tipiche specialità locali che ci offre il rifugio, ci avviamo per la via di ritorno. Per lo stesso sentiero ritorniamo a valle e scendendo ci lasciamo tempo per godere il panorama. Inoltre: il Rifugio Petrarca offre possibilità di pernottamento e quindi non si deve per forza ritornare a valle nello stesso giorno. E per chi non vuole avviarsi sullo stesso sentiero della salita, si può tornare a valle anche per la Val di Fosse e la Val Senales.

Indicazione: il parcheggio presso Plan in Val Passiria è l’ultima possibilità di parcheggiare la macchina, dato che il paese stesso è chiuso al traffico. Consigliamo inoltre di portare con se degli indumenti caldi, mantello antipioggia, cibo e bevande. Anche d’estate le temperature possono calare tantissimo. Non adatto a persone che soffrono di vertigini!

Autore: MC

Consiglio: Se volete intraprendere questa escursione, informatevi prima delle attuali condizioni direttamente sul posto!

Partenza: Parcheggio prima di Plan in Val Passiria
Sentiero: da Plan in Passiria al Rifugio Petrarca (e ritorno)
Segnavia: 8 e 24
Tempo di percorrenza: ca. 4 ore (solo salita)
Dislivello: ca. 1.250 m
Escursione intrapresa: a inzio luglio 2009
A misura di famiglia? No, il sentiero è troppo ripido e lungo per bambini piccoli.
Ulteriori informazioni: Associazione turistica Val Passiria, Tel.: +39 0473 656188, info@passeiertal.it

Suggerisci una modifica/correzione

La nostra redazione è sempre impegnata per garantire la massima qualità ed accuratezza delle informazioni che pubblichiamo. Se hai suggerimenti per migliorare questa pagina puoi inviarceli utilizzando il modulo qui sotto. Grazie in anticipo!

Chiudere

Alloggi consigliati

  1. Hotel Pfeldererhof
    Hotel

    Hotel Pfeldererhof

Suggerimenti ed ulteriori informazioni