Montechiaro

Ai piedi delle imponenti rovine di Castel Montechiaro.

Montechiaro, frazione di 390 abitanti del comune di Prato allo Stelvio, sorge a 930 m s.l.m., a nord-ovest della località di Agumes, all’imbocco della Alptal che si inerpica sulle pendici del Monte Cavallaccio-Piz Chavalatsch.

Il piccolo borgo è dominato dalle rovine di Castel Montechiaro (Lichtenberg), fatto erigere nel XIII secolo sull’omonima altura dai conti di Tirolo, a difesa della bassa Val Venosta dalle mire dei Vescovi di Coira. Della lunga storia del castello restano - oltre alle imponenti mura - alcuni rari affreschi a carattere profano, trasferiti nel Ferdinandeum di Innsbruck per le cattive condizioni della struttura, oggi sottoposta a lavori di consolidamento. Dalle mura si gode di una sterminata vista sulla Val Venosta e sul quasi dirimpettaio Castel Coira a Sluderno.

Degne di nota, negli immediati dintorni, anche le piccole chiese di S.ta Cristina di Pinet e di S. Giuseppe al Montechiaro. Montechiaro si trova inoltre lungo percorso venostano del Cammino di San Giacomo, nel tratto che collega Glorenza ad Agumes e Prato allo Stelvio, ideale per rilassanti passeggiate.