Escursione da Passo di Pennes al “Gänsekragen”

I sentieri escursionistici di Passo di Pennes, alto oltre 2.000 m s.l.m., sono un’amata meta per le giornate estive più calde.

Passo di Pennes (Penser Joch, 2.211 m s.l.m.) collega la Val Sarentino con l’Alta Valle Isarco, e costituisce il confine tra Sarentino, il comune più grande dell’Alto Adige, e Campo di Trens. Si tratta di un’amata meta per ciclisti, motociclisti, viaggiatori su cabriolet, e tutti quelli che vogliono sfuggire al calore della valle. Dal capoluogo altoatesino, Bolzano, Passo di Pennes dista ben 50 km, e il viaggio in macchina è suggestivo: la strada si fa sempre più stretta, snodandosi dai prati a valle fino ai pascoli alpini a oltre 2.000 m di altitudine, dove l’aria è più fresca.

La nostra escursione circolare prende inizio dal parcheggio all’altezza del passo. Da lì seguiamo il segnavia n. 12A (12B per l’escursione in direzione opposta). Il sentiero ci porta nelle montagne, passando tra mirtilli neri e fiori alpini. Che bellezza! La vista sulle vette circostanti e la strada del passo, piena di curve, è impressionante. Dopo ca. 15 minuti arriviamo al piccolo Lago di Passo di Pennes (Jochsee, 2.220 m s.l.m.) dove ci fermiamo per una pausa al sole e un picnic. Dopodichè, intraprendiamo di nuovo il cammino, che adesso segue un piccolo sentiero appena visibile su per la collina. Dopo qualche minuto sentiamo un rumore: è il fischio di una marmotta.

Il sentiero si snoda a destra e sale verso il passo, seguendo il dorso della montagna. Passiamo tra cavalli avelignesi al pascolo e continuiamo fino al punto più alto del “Gänsekragen”, nome della collina che sovrasta Passo di Pennes. Questa cima a 2.322 m di altitudine è caratterizzata da una croce di vetta e cosiddetti “Stoanerne Mandln” (omini di pietra). Da qui si vede il sentiero che scende fino all’altezza del passo, passando da vecchie postazioni d’artiglieria cementate. Dopo ca. un’ora di cammino, torniamo al parcheggio: con picnic e soste, abbiamo trascorso diverse ore piacevoli nel mondo alpino tra la Val Sarentino e l’Alta Valle Isarco. Chi volesse restare per un’ulteriore pausa o un caffè, può fermarsi all’albergo Alpenrose sull’altro lato della strada.

Indicazione: il punto più alto della collina “Gänsekragen” offre una stupenda vista sulle cime circostanti, la Val Sarentino e l’Alta Valle Isarco. Chi volesse intraprendere un’escursione più lunga, può proseguire verso il Corno Bianco (2,5 ore), al Rifugio Forcella Vallaga (4,5 ore) oppure a Laste in Val Sarentino (1,5 ore). Come in tutti i luoghi, è importante rispettare l’ambiente: portarsi dietro i propri rifiuti, non raccogliere fiori alpini, non avvicinarsi ai cavalli al pascolo, e non disturbare le marmotte. Se ci prendiamo cura della natura, la natura si prenderà cura di noi…

Autore: MS

Se volete intraprendere questa escursione, informatevi prima delle attuali condizioni direttamente sul posto!

Punto di partenza: Passo di Pennes, raggiungibile dalla Val Sarentino o dall’Alta Valle Isarco
Segnavia: n. 12A (resp. 12B), “Gänsekragen”, “Rundweg zum See”
Lunghezza del percorso: ca. 2,5 km
Tempo di percorrenza: ca. 1 ora (escursione circolare)
Dislivello: ca. 110 m
Altitudine: tra 2.211 m e 2.322 m s.l.m.
Escursione intrapresa a: agosto 2019

Suggerisci una modifica/correzione

La nostra redazione è sempre impegnata per garantire la massima qualità ed accuratezza delle informazioni che pubblichiamo. Se hai suggerimenti per migliorare questa pagina puoi inviarceli utilizzando il modulo qui sotto. Grazie in anticipo!

Chiudere

Alloggi consigliati

  1. Hotel Tann
    Hotel

    Hotel Tann

  2. Hotel Weihrerhof
    Hotel

    Hotel Weihrerhof

  3. Boutique Hotel Kircher
    Hotel

    Boutique Hotel Kircher

  4. Berggasthof Plörr
    Albergo

    Berggasthof Plörr

  5. Hotel am Hang
    Hotel

    Hotel am Hang

Suggerimenti ed ulteriori informazioni