Escursione da Resia al Cippo dei Tre Confini (Dreiländerstein)

Un itinerario a cavallo dei confini tra l’Alta Val Venosta, la Valle dell’Inn e l’Engadina, tra Italia, Austria e Svizzera, dentro e fuori i confini dell’Unione Europea. Un’emozionante immersione nello splendido scenario naturale della triplice frontiera del “Dreiländereck”.

Dal centro del paese di Resia ci incamminiamo lungo la strada principale in direzione nord, fino al segnavia n. 3 (“Dreiländerstein”), che ci indica il percorso da seguire. Iniziamo a salire, attraversando tra prati e larici i pendii del versante orientale del Piz Lad, rivolgendo spesso lo sguardo al blu del sottostante Lago di Resia. Tratti su sentiero si alternano a larghi sterrati, conducendoci a un bivio dove svoltiamo a sinistra verso il Cippo dei Tre Confini (Dreiländerstein). Davanti a noi si apre un’ampia vista sulla Bassa Engadina e sul Gruppo del Samnaun, con la cima del Muttler ancora innevata; in fondo alla valle, il fiume Inn segna il confine tra Svizzera e Tirolo austriaco.

Dopo nemmeno tre ore di cammino abbiamo raggiunto il Cippo dei Tre Confini, il punto più alto della nostra escursione. L’aspetto del Cippo è quello di un comune masso, ma la sua particolarità sta nel coincidere con la triplice frontiera tra Italia, Svizzera e Austria: sedercisi sopra regala la singolare esperienza di stare a cavallo di tre nazioni. Il tempo di fare due passi in territorio svizzero – il sentiero termina qui, sbarrato dai pini mughi – e in quindici minuti facciamo ritorno al bivio di prima, dove proseguiamo verso il Grüner See (Lago Verde), in territorio austriaco. Attraversiamo i prati di Gufra, un’area protetta che ci colpisce per la varietà della sua flora.

Scesi fino al Grüner See, decidiamo di concederci un po’ di riposo sulle rive di questo bel laghetto alpino, prima di ripartire in direzione dello Schwarzer See (Lago Nero). Il luogo è davvero idilliaco: tuffetti minori nuotano tra le ninfee, e il Gruppo del Samnaun e l’azzurro del cielo si specchiano nelle scure acque del lago. Siamo all’ultimo tratto del nostro itinerario, che ci conduce fino al ristorante sul Kleiner Mutzkopf. Le nostre fatiche sono terminate: a riportarci a valle provvederà la comoda seggiovia del Mutzkopf. Scesi a Nauders, saliamo sul bus di linea che – oltrepassando il Passo Resia – ci riporterà al punto di partenza della nostra escursione.

Autore: AT

Attenzione: prima di intraprendere questa escursione è consigliabile informarsi sul posto circa le condizioni del tempo e dell’itinerario.

Partenza: Resia (paese)
Arrivo: Nauders (Austria)
Percorso: Resia (Reschen) – Seabl – (Dreiländerstein) – Prati di Gufra (Gufrawiesen) – lago Grüner See – lago Schwarzer See – Kleiner Mutzkopf
Segnavia: n. 3, 4, Grüner See, 6, 6a, Schwarzer See, 9, Kl. Mutzkopf
Difficoltà: E – itinerario faticoso ma privo di difficoltà tecniche
Dislivello: ca. 950 m
Altitudine: tra 1.504 e 2.188 m s.l.m.
Lunghezza: ca. 12,9 km
Tempo di percorrenza: ca. 5 ore
Periodo: luglio 2013

Hotel per escursionisti: Vetrina delle offerte

  1. Hotel Falzeben: Avvento di montagna all’hotel Falzeben
    Hotel

    Avvento di montagna all’hotel Falzeben

    Avvento di montagna all’hotel Falzeben

    Avelengo - Falzeben - Merano 2000
    da 16/12/17 a 23/12/17
    7 notti da 658 € a persona

Alloggi consigliati

  1. Hotel Vinschgerhof
    Hotel

    Hotel Vinschgerhof

  2. Hotel Alpenjuwel
    Hotel

    Hotel Alpenjuwel

  3. Hotel Jagdhof
    Hotel

    Hotel Jagdhof

  4. Hotel Bergfrieden
    Hotel

    Hotel Bergfrieden

  5. Hotel die Post
    Hotel

    Hotel die Post

suggerimenti ed ulteriori informazioni