RS winterwald bei allitz tanas dahinter laaser orgelspitze winter
RS winterwald bei allitz tanas dahinter laaser orgelspitze winter

Monti di Lasa

I Monti di Lasa con le sue cime, alte più di 3.000 m s.l.m., circondano l’omonima valle laterale in Val Venosta.

La Valle di Lasa in Val Venosta è circondata dai Monti di Lasa, Laaser Berge in tedesco, un sottogruppo del Gruppo Ortles-Cevedale. Le sue cime portano nomi poetici come Angelo Grande e Angelo Piccolo. L’intera valle è integrata nel Parco Nazionale dello Stelvio e quindi zona protetta. Ma la valle disabitata è nota anche per un’altra particolarità: il famoso marmo di Lasa.

Le montagne più note sono la Cima Vertana, con 3.545 m s.l.m. la vetta più alta dei Monti di Lasa, l’Angelo Grande (3.521 m s.l.m.), la Punta dello Scudo (3.461 m s.l.m.), un popolare monte panoramico, e la Punta di Lasa (3.305 m s.l.m.). L’ultima montagna è immensa, l’escursione parte dalla Val Martello, più precisamente da Stallwies, e porta in ca. 4 ore in cima.

Una destinazione popolare in questa zona è anche il Rifugio Malga Lasa di Sopra, aperto d’estate durante i fine settimana. Si trova a 2.047 m di altitudine al di sotto della Vedretta di Lasa, uno dei più grandi ghiacciai in tutto il Gruppo Ortles-Cevedale. Da Lasa il rifugio è raggiungibile in un’escursione di ca. 4 ore - il tempo di percorrenza si riduce a metà parcheggiando alla stazione a monte della ferrovia marmifera di Lasa. Il Grugno di Porco (2.727 m s.l.m.) e il Taitscheroi (Laaser Wandspitze, 3.139 m s.l.m.) sono accessibili dal Rifugio Malga Lasa di Sopra.

Suggerisci una modifica/correzione

La nostra redazione è sempre impegnata per garantire la massima qualità ed accuratezza delle informazioni che pubblichiamo. Se hai suggerimenti per migliorare questa pagina puoi inviarceli utilizzando il modulo qui sotto. Grazie in anticipo!

Chiudere

Alloggi consigliati

Suggerimenti ed ulteriori informazioni