Escursione scialpinistica al Picco della Croce

Il Picco della Croce (3.132 m s.l.m.) è una delle vette principali dei Monti di Fundres nelle Alpi della Zillertal ed offre una splendida vista.

Punto di partenza di quest’escursione scialpinistica primaverile (consigliabile solo dopo una notte fredda e chiara in tardi primavera) è il parcheggio della malga Fane (1.697 m s.l.m.) a Valles. Proseguiamo sulla forestale, passando per la chiesetta e le baite della Malga Fane, verso il fondo della valle. Subito dopo attraversiamo la cosiddetta gola “Klamm”, spesso pericolosa per valanghe (è consigliabile informarsi sulle condizioni attuali prima di partire, e di partire di buon mattino). Se fate quest’escursione in tardi primavera, spesso dovete superare questo tratto a piedi per la mancanza di neve. Altrimenti ramponi per gli sci consigliabili per questo tratto spesso ghiacciato. Dopo giungiamo al bivio per la malga Labeseben, dove prendiamo la destra in direzione Rifugio Bressanone (2.307 m s.l.m.).

Attraversando dolci pendii di moderate pendenze camminiamo in direzione Rifugio Bressanone. Lasciato alle nostre spalle questo rifugio (una meta molto amata anche d’estate) proseguiamo verso l’interno della vallata alpina che si estende dietro il rifugio, in una larga curva a sinistra giungiamo ad un pendio più ripido che va superato a serpentine. Superato questo pendio ci troviamo a 2.808 m s.l.m. al Passo Val di Rudo, da dove la vista sulle montagne della Val di Fundres con Punta Bianca etc. è già sconvolgente. Procediamo verso destra in direzione del pendio meridionale del Picco della Corce (3.132 m s.l.m.).

Da quì la salita diventa piú impegnativa e ripida, a serpentine superiamo il pendio sotto la cresta del Picco della Croce. Giunti su un’ultima altura sotto la vettta, svoltiamo a sinistra per percorrere l’ultimo tratto della salita fino in vetta, gli ultimi metri vanno percorsi a piedi. La doppia vetta del Picco della Croce offre una vista panoramica impressionante sulle vette delle Alpi della Zillertal. Nell’immagine la vista sul Lago Selvaggio ghiacciato. La discesa avviene per via di salita lungo il pendio meridionale del Picco della Croce. È consigliabile scendere in presta mattinata. Discesa straordinaria sulla neve primaverile nella prima parte!

Indicazione: escursione scialpinistica di media difficoltà, ideale per scialpinisti esperti, dopo una notte chiara e fredda in primavera. È consigliabile informarsi in anticipo sulle condizioni attuali nella gola “Klamm”. Vetta impressionante e panoramica che offre pendii ottimamente sciabili. Condizioni assolutamente sicure del manto nevoso indispensabili.

Autore: BS

Consiglio: se volete intraprendere quest’escursione scialpinistica vi consigliamo di informarvi sulle condizioni attuali prima di partire (condizioni metereologiche, neve, ev. bollettino di valanghe)!

Punto di partenza: Malga Fane, Valles (1.697 m s.l.m.)
Carattere: escursione scialpinistica primaverile su una vetta principale dei Monti di Fundre, di media difficoltà dal punto di vista sciistico, poche difficoltà alpinistiche
Percorso: Malga Fane - Rifugio Bressanone - Passo Val di Rudo - Picco della Croce - Passo Val di Rudo - Rifugio Bressanone - Malga Fane
Tempo di percorrenza: 4 ore
Esposizione pendii: NE, S
Dislivello: 1.450 m
Punto di ristoro:
Escursione intrapresa: aprile 2010
Ulteriori informazioni: associazione turistica Gitschberg-Jochtal, tel. +39 0472 869 100

Alloggi consigliati

  1. Hotel Tratterhof
    Hotel

    Hotel Tratterhof

  2. Naturhotel Rainer
    Hotel

    Naturhotel Rainer

  3. Hotel Alpenrose
    Hotel

    Hotel Alpenrose

  4. Alpin Hotel Masl
    Hotel

    Alpin Hotel Masl

  5. Hotel Lärchenhof
    Hotel

    Hotel Lärchenhof

suggerimenti ed ulteriori informazioni