Oswald von Wolkenstein

La vita di Oswald von Wolkenstein è oggi, grazie alle sue varie canzoni autobiografiche e lettere, ben documentata.

Oswald von Wolkenstein era un poeta, compositore, menestrello ed anche un diplomatico nel servizio dell’imperatore Sigismondo I. Si presume che Oswald von Wolkenstein sia nato nel 1376 o 1377 a Castel Trostburg nei pressi di Ponte Gardena. Era il secondo di tre figli ed inoltre aveva anche quattro sorelle. I suoi genitori erano Friedrich von Wolkenstein e Katharina von Villanders.

Verso il 1387, quindi all’eta di 10 anni, Oswald von Wolkenstein abbandonò la sua casa natale ed iniziò a fare viaggi attraverso l’intera Europa fino all’Oriente. Durante questo periodo iniziò a scrivere delle canzoni sulla Spagna, Prussia, Ungheria e vari altri paesi per i quali passava. Quando però suo padrè morì nel 1398, Oswald decise di ritornare a casa nell’Alto Adige, dove ebbe inizio un lungo litigio sull’eredità con i suoi fratelli. Solo nel 1407 l’eredità venne divisa e Oswald von Wolkenstein ricevette un terzo del castello Hauenstein (Castelvecchio, Siusi allo Sciliar). Gli altri due terzi furono dati al cavaliere Martin Jäger.

Nel 1415 la vita di Oswald von Wolkenstein raggiunse il suo culmine, quando potè far parte al Concilio di Costanza ed infine divenne consigliere del re. Von Wolkenstein si servì inoltre di tutte gli incassi di Castelvecchio, del quale però possedeva solo un terzo. Di seguito iniziarono varie dispute per il castello tra Jäger e von Wolkenstein. Nel 1421 venne infine inprigionato presso Castel Forst nei pressi di Merano, dove venne torturato ed umiliato. Dopo anni di lite, fuga e detenzione, Castelvecchio rimase in possesso di Oswald von Wolkenstein, ma dovette pagare una liquidazione al cavaliere Jäger.

Tra il 1423/25 Oswald fece fabbricare un primo manoscritto su pergamena con oltre 100 delle sue canzoni. Oggi questo documento è noto come il “Manoscritto A“. Nel 1431 fece invece produrre il suo secondo manoscritto, noto come “Manoscritto B“, altrettanto su pergamena.

Curiosità: su quasi tutti i ritratti, Oswald von Wolkenstein viene mostrato con l’occhio destro chiuso. Oggi non si sa dire con certezza, se l’occhio era già danneggiato dalla nascita o se era ad attribuire ad una ferita da piccolo bambino durante giocava.

Alloggi consigliati

  1. Paula Wiesinger Apartments & Suites
    Residence

    Paula Wiesinger Apartments & Suites

  2. Residence Nussbaumer
    Residence

    Residence Nussbaumer

  3. Residence Eden
    Residence

    Residence Eden

suggerimenti ed ulteriori informazioni