Rosengarten Latemar Enrosadira
Rosengarten Latemar Enrosadira

Enrosadira

L’arrossamento delle Dolomiti, “Enrosadira” in ladino, colora le montagne, quando fa bel tempo, di una meravigliosa luce.

Verso sera, quando il sole tramonta sulle Dolomiti, i suoi raggi colorano le montagne delle più belle tonalità di rosso, rosa e arancio. Gli abitanti chiamano questo fenomeno "Enrosadira", dal ladino "rosadüra" o "enrosadöra", che significa "colorarsi di rosa".

Chi ama addentrarsi nel mondo delle leggende, ne troverà di molto speciali su questo fenomeno, specialmente nell'area Latemar-Catinaccio: Leggenda vuole che siano dei fiori del giardino di rose di Re Laurino, che al tramonto risplendono del magico colore. Quando nel giardino Re Laurino venne privato del suo magico mantello, accusò le sue rose di aver rivelato al nemico i suoi movimenti. Da allora nessuno, né di giorno né di notte, avrebbe più potuto vederle. Dimenticò però il crepuscolo, quando perciò esse possono ancora risplendere...

Da un punto di vista scientifico, questo effetto è il risultato di due fenomeni: quando il sole è basso all'orizzonte, parte della luce blu si disperde in altre direzioni a causa della distanza percorsa attraverso l'atmosfera terrestre. La luce rimanente assume una tonalità rossastra. Inoltre, l'illuminazione indiretta al di sopra della linea d'ombra, dove la luce cade con un angolo poco profondo sul paesaggio alle spalle dello spettatore, produce una particolare rifrazione. Il risultato però, è sempre identico: tramonti magici sulle montagne altoatesine.

Suggerisci una modifica/correzione

La nostra redazione è sempre impegnata per garantire la massima qualità ed accuratezza delle informazioni che pubblichiamo. Se hai suggerimenti per migliorare questa pagina puoi inviarceli utilizzando il modulo qui sotto. Grazie in anticipo!

Chiudere

Alloggi consigliati

Suggerimenti ed ulteriori informazioni