Catinaccio

Il Catinaccio è un massiccio lungo ca. 8 km che si estende dallo Sciliar a nord fino al Passo di Costalunga a sud.

Il Catinaccio è situato tra la Val di Tires in Alto Adige e la Val di Fassa nel Trentino. Il nome “Catinaccio” è nato dalla parola ladina “ciadinàc”, che significa conca di montagna. Ancora oggi i ladini, soprattutto i valligiani di Fassa chiamano la “loro” montagna così. Il nome tedesco “Rosengarten” invece significa “giardino di rose” e deriva dalla saga altoatesina di Re Laurino.

La vetta più alta, con ben 3.004 m di altudine, è il Catinaccio d’Antermoia, il quale è raggiungibile per una via ferrata. La prima ascensione di questa vetta risale al 1873 dagli inglesi pionieri dell’alpinismo C. Comyn Tucker e T.H. Carson. Tuttavia, la vetta centrale è invece la più bassa Cima Catinaccio (2.981 m s.l.m.).

Altre importanti montagne sono le Torri del Vajolet, la Cima Vajolet (2.749 m s.l.m.), la Croda di Re Laurino (2.813 m s.l.m.), la Cima Sforcella (2.810 m s.l.m.), la Roda di Vaèl (2.806 m s.l.m.) e la Croda dei Davoi (2.727 m s.l.m.) così come anche il Masaré (2.611 m s.l.m.) e la Torre Finestra (2.670 m s.l.m.). Naturalmente non mancano i diversissimi sentieri e le vie ferrate per avventurarsi in questo itinerario stupendo, come per esempio le vie ferrate Catinaccio d’Antermoia, Laurenzi, Santner e Masaré.

Alloggi consigliati

  1. Hotel Engel
    Hotel

    Hotel Engel

  2. Charmehotel Friedrich
    Hotel

    Charmehotel Friedrich

  3. Dolomit Resort Cyprianerhof
    Hotel

    Dolomit Resort Cyprianerhof

  4. Hotel Adler Carezza
    Hotel

    Hotel Adler Carezza

Suggerimenti ed ulteriori informazioni