Cascate di Stanghe

Vicino a Racines, nei pressi di Vipiteno in Alta Valle Isarco, si trova la gola di Stanghe, percorribile su pontili.

Se si segue dalla frazione di Stanghe a Racines il sentiero che porta lungo il rio Racines, si giunge ad una piccola ed affascinante gola, la cosiddetta gola di Stanghe o orrido Gilf. Questa gola venne aperta nel 1896 ed ottenne due anni dopo il nome “Kaiser-Franz-Josefs-Klamm” (Gola dell’imperatore Francesco Giuseppe d’Austria). A questo nome ricorda ancora oggi una piccola targa commemorativa lungo il sentiero.

Il rio Racines, nei secoli, ha scavato profondi percorsi sotterranei nel marmo. Al centro della gola vi aspettano imponenti e vertiginosi sguardi in profondità ed il sentiero vi porta per ponti e scalini attraverso questo spettacolo naturale che è aperto da inizio maggio a inizio novembre.

Qui, nella Val Racines, già in tempi passati come ancora oggi, venne scavato il marmo. Anche questa gola si è scavata il suo percorso in ben 15 m di profondità attraverso il marmo. In alcune parti si può vedere il chiaro e bianco colore, mentre in altre presenta riflessi di colore verde. Sapevate che gran parte del marmo usato per la costruzione della Chiesa della Corte di Innsbruck deriva dall’Alto Adige? Esattamente dalla gola di Stanghe, l’unica gola d’Europa scavata interamente in purissimo marmo bianco!

Entrata: Stanghe (Racines)
Uscita: Pontegiovo
Lungezza del percorso: ca. 2,5 km
Tempo di percorrenza: ca. 1 ora (salita), 45 minuti (ritorno)
Dislivello: 175 m
Ingresso: adulti Euro 4,00, bambini Euro 2,00

Alloggi consigliati

  1. Naturhotel Rainer
    Hotel

    Naturhotel Rainer

  2. Hotel Gassenhof
    Hotel

    Hotel Gassenhof

  3. Hotel Ratschingserhof
    Hotel

    Hotel Ratschingserhof

  4. Hotel Pulvererhof
    Hotel

    Hotel Pulvererhof

  5. Hotel Almina
    Hotel

    Hotel Almina

suggerimenti ed ulteriori informazioni