RS Siegesdenkmal Dauerausstellung Schild Siegesdenkmal
RS Siegesdenkmal Dauerausstellung Schild Siegesdenkmal

Centro di Documentazione nel Monumento alla Vittoria

Nel seminterrato del Monumento alla Vittoria a Bolzano, una mostra permanente racconta la storia dell’edificio e della città.

“BZ ‘18 - ‘45. Un monumento, una città, due dittature.” Così è chiamato il percorso espositivo nel seminterrato del Monumento alla Vittoria nel cuore di Bolzano (Bozen). La mostra aperta al pubblico nel 2014 illustra la storia del Monumento alla Vittoria, raccontando così una parte importante della storia della città di Bolzano. La costruzione massiccia è stata eretta dal regime fascista tra il 1926 e il 1928 su progetto di Marcello Piacentini, con la partecipazioni di numerosi artisti italiani. Dal novembre 2018, sopra il vicino Ponte del Talvera si possono vedere di nuovo una copia del leone veneziano e della lupa romana, statue che fanno parte del Monumento alla Vittoria. Gli originali restaurati sono esposti invece al Museo Civico di Bolzano.

L’emergere del Centro di Documentazione nel Monumento alla Vittoria (Dokumentationszentrum im Siegesdenkmal) è dovuta ad un accordo tra lo stato italiano, proprietario del posto, la regione Alto Adige e la città di Bolzano. Nei 13 locali sotterranei viene documentata la storia del monumento e i suoi significati ideologici come anche le vicende locali dal 1918 al 1945 correlate alla dittatura fascista e nazionalsocialista. Tutti strettamente legati alla storia della città di Bolzano e alla regione Alto Adige, che nel 1918 dall’Austria passò all’Italia (Trattato di Saint-Germain). Viene anche tematizzato il bassorilievo monumentale fascista di Hans Piffrader in Piazza del Tribunale, che raffigura Mussolini a cavallo. Dal 2017, questo bassorilievo viene ricoperto da una frase di Hannah Arendt (1906 - 1975), “Nessuno ha il diritto di obbedire”, nelle tre lingue della regione.

La mostra viene completata da un film sulle guerre mondiali, ritagli di giornale, poster ed elementi interattivi. Inoltre vengono tematizzati il periodo tra le due guerre, la pianificazione urbana a Bolzano negli anni 1920, l’italianizzazione, le scuole nelle catacombe, l’opzione nel 1939 e il periodo della seconda guerra mondiale con il campo nazista a Bolzano. E come si raggiunge il Centro di Documentazione? Si trova sotto il Monumento della Vittoria in Piazza della Vittoria nel centro città. Lì troverete sia un parcheggio (a pagamento, i lavori per un garage sotteraneo sono stati iniziati nel 2018), così come anche due fermate dell’autobus, a sinistra e a destra del monumento.

Orario invernale: dal 1 ottobre 2019 al 31 marzo 2020
da martedì a sabato dalle ore 10.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 16.30
domenica dalle ore 10.30 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 17.00
chiuso: 24.-25.12. / 31.12.2019 / 01.01.2020

Orario estivo: dal 1 aprile al 30 settembre 2020
martedì, mercoledì, venerdì, sabato e domenica dalle ore 11.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 17.00
giovedì dalle ore 15.00 alle 21.00

Ingresso:
ingresso libero

Ulteriori informazioni:
tel. +39 0471 997588, monument@gemeinde.bozen.it

Suggerisci una modifica/correzione

La nostra redazione è sempre impegnata per garantire la massima qualità ed accuratezza delle informazioni che pubblichiamo. Se hai suggerimenti per migliorare questa pagina puoi inviarceli utilizzando il modulo qui sotto. Grazie in anticipo!

Chiudere

Alloggi consigliati

  1. Parkhotel Luna Mondschein
    Parkhotel Luna Mondschein
    Hotel

    Parkhotel Luna Mondschein

Suggerimenti ed ulteriori informazioni