Monastero di San Giovanni a Müstair

Il complesso monastico di San Giovanni a Müstair custodisce degli straordinari affreschi di epoca carolingia.

A soli 2 km a ovest di Tubre in Val Monastero, all’estremità occidentale dell’Alto Adige, si è già in territorio svizzero, più precisamente a Müstair, paese noto in tutto il mondo per il Monastero benedettino di San Giovanni. Il monastero sorse nel 775 d. C. per volere di Carlo Magno in persona, scampato a una bufera di neve dopo essere stato incoronato Re dei Longobardi. A metà del XII secolo il monastero divenne convento femminile: nel 1528 la chiesa conventuale di San Giovanni Battista divenne parrocchiale di Müstair.

È proprio nella chiesa che nel 1894 gli storici dell’arte Josef Zemp e Robert Durrer scoprirono uno straordinario ciclo di affreschi carolingi della prima metà del IX secolo, fino ad allora nascosto da strati d’intonaco e altre pitture murali sovrapposti nei secoli. Gli affreschi, estesi sull’intera superficie muraria dell’originariamente unica navata, erano destinati ad accompagnare e sostenere la meditazione di un pubblico colto come quello dei monaci, più che a illustrare episodi biblici al volgo. In alto, oltre la volta tardogotica, furono dapprima ritrovate scene della vita di David e Assalonne, rimosse nel 1908 e ancor oggi esposte al Museo Nazionale Svizzero di Zurigo. I registri di affreschi inferiori, che raffigurano numerose scene dal Vecchio Testamento e la vita di Cristo, furono riportati alla luce tra il 1947 e il 1951.

Alcune delle pitture romaniche rimosse sono oggi esposte nel museo del convento, all’interno della merlata torre Planta. Nel 1969 fu istituita la Fondazione Pro Convento di San Giovanni a Müstair, che si occupa della salvaguardia dei preziosi affreschi. Dal 1983 lo splendido complesso monastico è inserito nella lista del Patrimonio Culturale Mondiale UNESCO. Fedeli alla Regola di San Benedetto e al motto “ora et labora”, le suore del convento di San Giovanni gestiscono oggi anche un piccolo albergo all’interno del complesso monastico, un’oasi di quiete e ristoro per i viandanti che desiderino trascorrere un soggiorno all’insegna della spiritualità benedettina.

Orario d’apertura - museo:
estate (da maggio a ottobre 2017):
da lunedì a sabato dalle ore 9.00 alle 17.00
domenica e festivi aperto dalle ore 13.30
inverno (da novembre 2017 ad aprile 2018):
da lunedì a sabato dalle ore 10.00 alle 12.00 e dalle 13.30 alle 16.30
domenica e festivi chiuso la mattina
chiuso il 25 dicembre (Natale)

Ingresso - museo:
12,00 CHF (ca. 11 Euro, adulti), gratuito per bambini sotto i 6 anni
6,00 CHF (ca. 5,5 Euro, bambini e ragazzi dai 6 ai 16 anni)
8,00 CHF (ca. 7 Euro, studenti ed apprendisti da 16 anni)
possibilità di visita combinata museo - chiese

Orario d’apertura - chiese (visita guidata):
estate (da maggio a ottobre 2017):
da lunedì a sabato dalle ore 9.00 alle 12.00 e dalle 13.30 alle 17.00
domenica e festivi chiuso la mattina
inverno (da novembre 2017 ad aprile 2018):
da lunedì a sabato dalle ore 10.00 alle 12.00 e dalle 13.30 alle 16.30
domenica e festivi chiuso la mattina
chiuso il 25 dicembre (Natale)

Ingresso - chiese (visita guidata):
10,00 CHF (ca. 9 Euro, adulti), gratuito per bambini sotto i 6 anni
5,00 CHF (ca. 4,5 Euro, bambini e ragazzi dai 6 ai 16 anni)
8,00 CHF (ca. 7 Euro, studenti e apprendisti dai 16 anni)
possibilità di visita combinata chiese - museo

Ulteriori informazioni:
tel. +41 81 8516228, visit-museum@muestair.ch

Alloggi consigliati

  1. Hotel Edelweiß
    Hotel

    Hotel Edelweiß

  2. Hotel Das Gerstl
    Hotel

    Hotel Das Gerstl

  3. Hotel Garberhof
    Hotel

    Hotel Garberhof

  4. Hotel Watles
    Hotel

    Hotel Watles

  5. Erlebnishotel Engel
    Hotel

    Erlebnishotel Engel

suggerimenti ed ulteriori informazioni